Mantova cultura 2017
Due giorni con Il Rio
Presentazioni di libri, conferenze, tavole rotonde in Piazza Mantegna
14/05/2017
Ritorna, ormai alla sesta edizione, l'appuntamento rivolto alla città organizzato da Il Rio Edizioni insieme alla Libreria di Pellegrini. Due giorni di libri, con presentazioni, conferenze e tavole rotonde aperte a tutti nella magica cornice di piazza Mantegna. L'appuntamento è per sabato 20 e domenica 21 maggio. Questo il programma nel dettaglio:

Sabato 20 maggio
Ore 11:45 Presentazione del progetto. “Without Frontiers. Lunetta a colori, non chiamatela street art”. Simona Gavioli e Giulia Giliberti (Caravan SetUp, Bologna)Nell’attesa che diventi un libro (l’uscita è prevista per settembre 2017, in occasione degli eventi collaterali di Festivaletteratura organizzati da Il Rio Edizioni) una conferenza presenta la seconda edizione di “Without Frontiers. Lunetta a colori”, evento che, grazie ad artisti di caratura internazionale, sta trasformando il quartiere mantovano di Lunetta in un vero e proprio museo a cielo aperto di arte contemporanea. Tra il 20 e il 25 giugno 2017 Zeds, Elbi Elem, Mede 514, Corn 79,Etnik, Fabio Petani saranno al lavoro: Zeds interverrà sull’edificio di viale Valle d’Aosta, Elbi Elem sul muro color rosa che si affaccia sulla nuova piazza, Etnik sullo stabile in viale Lombardia dove dallo scorso anno sui tetti campeggia la scritta “Ti voglio conoscere”. Made 514 andrà invece ad imprimere la sua arte sulla palazzina in viale Lombardia nei pressi della nuova piazza. Il progetto “Without fFontiers, Lunetta a colori” è promosso dall’associazione Caravan Set Up e dal Comune di Mantova. Non solo – quindi – “street art”, che è un termine ormai riduttivo per descrivere questo fenomeno, ma vera e propria esperienza d’arte a 360 gradi.

Ore 16:00 Spazio aperto. “Presenta un manoscritto”. Con i responsabili editoriali de Il Rio Giada Scandola e Giulio Girondi. Un’occasione per conoscere da vicino e in modo del tutto informale l’attività editoriale della casa editrice, giunta ormai al quinto anno di attività e con circa 150 titoli a catalogo.

Ore 17:00 Presentazione del libro “Gli Amanti di Valdaro. Quando è nata la parola Amore”. di Franco Zaffanella. Dialoga con l’autore Cinzia Goldoni (Mantua Lovers). Nel 2007, alle porte di Mantova, alcuni lavori di scavo recuperarono, in modo del tutto casuale, i resti di due giovani, un maschio e una femmina, sepolti abbracciati. La sepoltura è databile al Neolitico, ovvero all’incirca al 3.100 a.C.: ma cosa accadde davvero a quei due innamorati? In questo libro l’autore racconterà la storia degli “amanti di Valdaro”. Un libro nato dalla fantasia dell’autore, ma capace di trasmettere in modo convincente e documentato uno spaccato di vita di oltre 5.000 anni fa.

Ore 19:30 Tavola rotonda “Pop Art made in Italy”. Gianfranco Ferlisi (curatore di Reality according to Tano Festa, Sergio Pajola (curatore della mostra Mario Schifano nelle collezioni private e non solo, Mantova, Palazzo Ducale). Insieme a Franco Angeli, il duo Mario Schifano e Tano Festa è la componente fondamentale della cosiddetta “Scuola di piazza del Popolo”: universo pop made in Italy capace di portare da questa parte dell’oceano suggestioni statunitensi, riuscendole però a radicare in una tradizione italica. Colori brillanti – a volte perfino shocking – fino ad arrivare a tele preparate con il computer (novità assoluta se si pensa che siamo negli anni Ottanta) incontrano così temi “classici” della pittura di tradizione, come il paesaggio e la natura morta. Un’arte solo apparentemente semplice e saldamente ancorata a una realtà a volte giocosa e a volte amara che entra in scena sul palcoscenico della pittura con veri frammenti di reale, come nel caso delle celebri persiane di Festa o delle insegne pubblicitarie del ciclo Propaganda di Schifano.

Domenica 21 maggio
Dalle ore 16:00 Laboratorio per bambini “Disegna con Willy” con William Lugli (autore di Non solo favole. Ritorna ancora una volta il magico laboratorio di disegno di William “Willy” Lugli: tanti soggetti da colorare per scatenare la fantasia.

Ore 16:30 Presentazione del libro “Il leoncino Lillo e la sua grande famiglia” di Simona Di Rutigliano e Giovanni Bernardi. Dialoga con l’autore Marta Lonardi. Questo libro racconta una favola per bambini e genitori che vogliono avvicinare i nuovi compagni ai propri figli. Il Leoncino Lillo vive con Mamma Leonessa che trascorre tanto tempo con Leo la Scimmietta. Spesso viene a trovarlo anche suo papà, il Leone Giovanni. Insieme fanno lunghe passeggiate con Simona la Giraffa. Quanta confusione! Perché papà e mamma non vivono insieme se sono due leoni? Ma Lillo scoprirà che ama la sua grande famiglia, perché anche lui, come mamma e papà, si sente un po’ scimmietta e un po’ giraffa.

Ore 17:10 Tavola rotonda “Romanzi storici. Dall’avventura allo steampunk”. Domenico Ferrari Cesena (Autore di L’enigma del Gotico), Marco Federici (Autore di Vapori di Guerra). Coordina: Giada Scandola. Il “romanzo storico” è una delle numerose categorie in cui possiamo dividere il genere letterario del romanzo. Tuttavia, questa etichetta da sola appare oggi troppo riduttiva e semplicistica. Nel corso del Novecento e via via fino alla contemporaneità, infatti, il romanzo storico è stato adattato e trasformato da vari autori che lo hanno, a seconda delle proprie esigenze, contaminato con altri generi, come il “libro d’avventura”, il “fantasy” o, ancora, inserendo elementi tratti dalla fantascienza.

Ore 17:50 Presentazione del libro “Dalla luna a Bilbao. Emozioni in bianco e nero” di Stefano Aloe. Dialoga con l’autore Giada Scandola. Un ragazzo di Calabria vola a San Francisco, vive cinque indimenticabili mesi a bordo di una nave e deve far rotta per l’Italia mentre l’uomo mette piede sulla Luna. L’America e il grande amore, invece, lo aspettano a mille chilometri di distanza da dov’è nato e cresciuto: è l’inizio di un sogno che durerà tutta la vita, coronato dal matrimonio e un fiocco blu. Il colore indossato dalla sua squadra del cuore a Bilbao, nella notte più bella ed emozionante. Intanto, la storia del mondo ha preso una nuova direzione e niente sarà più come prima.

Ore 18:30 Conferenza “Giardini storici nel Basso Mantovano. Conservazione e futuro”. Franco Mondini (autore de Il giardino di Villa Maraini Guerrieri a Palidano), Giulio Girondi. Oggi, quando si parla di arte e cultura nel nostro contesto padano, l’attenzione mediatica è perlopiù focalizzata sui centri urbani: ne sono prove il riconoscimento UNESCO di “Patrimonio dell’Umanità” conferito a Mantova e a Sabbioneta e il titolo di “Capitale Italiana della Cultura 2016” di cui è stata insignita la città di Virgilio. Ma cosa succede al di fuori delle mura urbane? Che ne è delle un tempo vivissime campagne mantovane? Oggi si fa fatica a riconoscere il belpaese descritto da Goethe in un territorio fin troppo urbanizzato e in cui le poche aree verdi sopravvissute tendono a essere considerate res nullius, una cosa di nessuno e, quindi, senza alcuna importanza. Non è però sempre stato così e ne danno testimonianza i pochi – purtroppo pochissimi – giardini storici sopravvissuti fino a oggi. Tra questi va sicuramente ricordato quello di Villa Maraini Guerrieri a Palidano di Gonzaga, oggetto di un recente restauro ben documentato in un volume di fresca pubblicazione.

Ore 19:20 Presentazione del libro “Gli dei e la vergine” di Daniele Carnevali. Dialoga con l’autore Enza Melileo. L'apprendista stregone non sa più come controllare le forze che ha scatenato. La civiltà sta correndo verso l'autodistruzione. Una scienziata riesce a riprodurre il processo che sta all'origine della vita sulla terra. Una potente multinazionale vuole distruggere la biodiversità per imporre un mondo totalmente artificiale. Un monaco zen cerca un regista scomparso che custodisce un codice. Il potere dato all'uomo dalla conoscenza e dall'energia del petrolio richiede un nuovo paradigma. Un testo simbolico, a tratti antropologico e sociologico. Una scoperta rivoluzionaria darà il via a una serie di eventi che coinvolgono banche, multinazionali, laboratori di ricerca, luoghi spirituali e foreste. Gli Dei e la vergine è un viaggio vero e proprio, perché i personaggi sono sempre in giro per il mondo, ma anche perché l’autore utilizza tante possibilità che offrono la narrativa e la scrittura per fare viaggiare anche i lettori. Questo libro mescola finzione pura a contenuti scientifici, prende gli stilemi di vari generi (Thriller, Suspance, Noir, Fantascienza, Giallo, Avventura) e li piega secondo le necessità della storia.

La Cittadella Mantova La Cittadella Mantova