Visto con i nostri occhi
La vicenda Pro-Gest è l'occasione per riflettere sullo sviluppo
La riapertura dell'ex Cartiera continua a far parlare. Non è compito delle realtà diocesane entrare nel merito dei singoli punti di vista, tuttavia è necessario sottolineare la centralità del lavoro per il nostro territorio.
20/04/2017
La vicenda della cartiera Pro–Gest di Mantova, al di là di aver determinato divisioni tra favorevoli e contrari, ha avuto il merito di rimettere al centro del dibattito politico–sociale il tema dello sviluppo locale e un inevitabile confronto tra le diverse opzioni. Così si va da chi punterebbe a una reindustrializzazione tout court, chi a una valorizzazione del patrimonio storico–artistico con ricadute sul turismo, chi alla creazione di un grande polo logistico con infrastrutture a supporto del settore del commercio... senza infine dimenticare chi favorirebbe maggiormente la filiera agroalimentare. Certamente non è compito della diocesi entrare nel merito delle diverse opzioni. Tuttavia è doveroso offrire un contributo per “aprire processi” che impegnino le comunità cristiane e le parti sociali del nostro territorio a rimettere il lavoro al centro delle preoccupazioni quotidiane. Un impegno che è certamente motivato dalla dimensione sociale della evangelizzazione, come ci viene indicato nell’Evangelii gaudium di papa Francesco, al capitolo IV.
Così la discussione in atto può diventare l’occasione per formulare alcune domande di fondo, a partire dal concetto stesso di sviluppo. È possibile coniugare la produttività e gli investimenti (aspetti economici) con il miglioramento della coesione, della qualità della convivenza (aspetti etico–sociali e ambientali)? È perseguibile l’obiettivo di creare vera ricchezza o meglio capitale sociale, ovvero autentico sviluppo integrale per i nostri concittadini e non limitarsi all’aumento del Pil?
Come poter aiutare una rappresentanza sociale e politica spesso incapace di assumersi compiti e responsabilità affinché abbia una visione a lungo raggio e a lungo termine?

LEGGI L'APPROFONDIMENTO SULLA CITTADELLA DI DOMENICA 23 APRILE
La Cittadella Mantova La Cittadella Mantova