Visto con i nostri occhi
Santi «di casa nostra», amici per tutto l'anno
Da Arcangela Girlani a Bartolomeo Fanti: personaggi poco conosciuti arricchiscono il calendario liturgico diocesano, insieme ad altri più famosi come Luigi Gonzaga
09/01/2018
Un tempo vigeva la bella usanza, nello scrivere le date, di far precedere all'anno la dicitura “Anno Domini”, cioè “Nell'anno del Signore”. Siamo ormai entrati nell'anno 2018, che sarà davvero “del Signore” se ci renderemo conto di quante grazie ci donerà. In altre parole, se sapremo vivere in armonia con lui.
Allo scopo ci sono di esempio i santi (e beati: la differenza sta solo nell'ambito territoriale della loro celebrazione), tra i quali vogliamo ricordare quelli elencati nel calendario liturgico diocesano. Li ricordiamo (insieme con altre celebrazioni nostre) come invito a cercare di conoscerli tutti meglio: ne guadagnerà la nostra salute spirituale.
27 gennaio, beata Arcangela Girlani (nata circa nel 1450, morta nel 1495), superiora del monastero carmelitano di Santa Maria del Paradiso (più noto come Carmelino). I suoi resti mortali sono nel suo paese natale, Trino Vercellese. 13 febbraio, Dedicazione della chiesa Cattedrale e della Concattedrale: si ricorda la consacrazione del duomo di Mantova (compiuta dal venerabile Francesco Gonzaga l'11 febbraio 1594) e della basilica di Sant'Andrea (compiuta dal vescovo Giuseppe Sarto, il futuro san Pio X, l'8 novembre 1891).
19 febbraio, beata Elisabetta Picenardi (1428-1468), suora dell'ordine dei Servi di Maria. I suoi resti mortali sono a Torre de' Picenardi (Cremona).
24 febbraio, beato Marco Marconi (1480-1510), frate dell'ordine dei Girolamini, vissuto nello scomparso convento del Migliaretto. Il corpo è in duomo, Santuario dell'Incoronata.
12 marzo, in Sant'Andrea, Preziosissimo Sangue di Nostro Signore Gesù Cristo.
15 marzo, in Sant'Andrea, san Longino, martire.
8 marzo, sant'Anselmo (circa 1035-1086), patrono della diocesi. Eminente giurista e instancabile collaboratore dei papi nella riforma della Chiesa, fu vescovo di Lucca; costretto all'esilio, trovò rifugio presso Matilde di Canossa e dal 1083 si stabilì a Mantova come legato pontificio. Il suo corpo incorrotto è all'altare centrale del duomo.
6 aprile, in duomo, san Celestino I, papa dal 422 al 432. 17 aprile, beato Battista Spagnoli (1447-1516), carmelitano, attivo nella riforma dell'ordine; umanista e poeta un tempo celebre in tutta Europa. Visse nel convento di via Pomponazzo, ora sede degli uffici finanziari dello Stato. Il corpo è in duomo, Santuario dell'Incoronata.
18 giugno, beata Osanna Andreasi (1449-1505), terziaria domenicana, visse nella casa di famiglia tuttora esistente in via Frattini, a Mantova. Il corpo incorrotto è venerato in duomo. 21 giugno, san Luigi Gonzaga (1568-1591), primogenito del marchese di Castiglione delle Stiviere, rinunciò alla successione per farsi gesuita. Morì a Roma, ammalatosi per aver dato assistenza a un appestato. È patrono universale della gioventù, conosciuto e venerato in tutto il mondo. I suoi resti mortali sono parte a Roma, chiesa di Sant'Ignazio, e parte nel suo Santuario di Castiglione.
9 luglio, beato Giovanni Cacciafronte (circa 1125-1184), monaco benedettino, vescovo di Mantova (1174-1177) e poi di Vicenza, dove fu ucciso. Il corpo è nella Cattedrale di quella città.
27 luglio, san Simeone, nato in Armenia nel X secolo; dapprima monaco ed eremita, trascorse poi il resto della vita come pellegrino dall'uno all'altro dei santuari d'Europa. Morì nel 1016, ospite dei monaci di San Benedetto Po, nella cui basilica i suoi resti mortali sono venerati.
18 agosto, beata Paola Montaldi (1443-1514), clarissa, badessa del monastero di Santa Lucia che sorgeva di fronte alla casa della beata Osanna, della quale era amica. Il suo corpo è venerato nella parrocchiale di Volta Mantovana, suo paese natale.
21 agosto, san Pio X (1835-1914). Giuseppe Sarto fu vescovo di Mantova dal 1884 al 1892 e fu eletto papa nel 1903. Il suo corpo è venerato a Roma, nella basilica di San Pietro.
5 ottobre, beato Matteo Carreri (circa 1420-1470), frate domenicano; visse dapprima a Mantova, dov'era nato, e poi a Vigevano, città della quale è patrono e dove i suoi resti mortali sono venerati.
16 ottobre, beato Giovanni Bono (1168-1249). Dopo lunghi anni di vita dissoluta si fece eremita presso Cesena e diede ai frati suoi seguaci la regola di sant'Agostino. Il suo corpo è in duomo, Santuario dell'Incoronata.
5 novembre, santi e beati della Chiesa mantovana. È la celebrazione collettiva di quanti, noti e sconosciuti, dopo essere vissuti nella nostra diocesi hanno raggiunto il paradiso.
19 novembre, beato Giacomo Benfatti (nato verso la metà del Duecento, morto nel 1332), frate domenicano e dal 1304 vescovo di Mantova. Le sue spoglie sono in duomo, Santuario dell'Incoronata.
5 dicembre, beato Bartolomeo Fanti (prima metà del Quattrocento-1495), frate carmelitano, contemporaneo e compagno del beato Battista Spagnoli. Il corpo è in duomo, Santuario dell'Incoronata.
7 dicembre, sant'Ambrogio, nel IV secolo vescovo di Milano, dottore della Chiesa. È celebrato da noi in quanto patrono della regione ecclesiastica lombarda.
La Cittadella Mantova La Cittadella Mantova