Mantova cultura 2017
Alexander Lonquich per il gran finale di Tempo d’Orchestra
Il concerto è preceduto da ParoleNote: Oreste Bossini dialoga con Alexander Lonquich
30/03/2017
Reduce dal pieno successo della tournée in India e in procinto di muovere in direzione Austria, l’Orchestra da Camera di Mantova chiude ufficialmente la ventiquattresima edizione della sua stagione concertistica “Tempo d’Orchestra”: sabato 1° aprile ore 20.45 al Teatro Sociale di Mantova torna di scena al fianco di Alexander Lonquich, fresco di Premio “Abbiati” della Critica Musicale Italiana quale miglior solista dell’anno, con cui da anni stringe un felicissimo sodalizio e che nell’occasione si propone nei panni di pianista e direttore.

Il giorno precedente, venerdì 31 marzo alle ore 18 con ingresso libero, all’Auditorium “Monteverdi”, un incontro del ciclo “ParoleNote” (a cura dell’Associazione Amici dell’Ocm) offre al pubblico una prospettiva d’ascolto firmata dallo stesso Alexander Lonquich: in dialogo con il musicologo e giornalista Oreste Bossini, l’artista approfondisce il filo rosso che sottende al programma del concerto, le vicendevoli influenze tra Italia e Austria tra Sette e Ottocento.

Un programma che abbina Serenata italiana di Wolf (nella versione per orchestra di Reger), Sinfonia in re maggiore di Cherubini, l’Ouverture “La scala di seta” di Rossini e il Concerto in do minore n. 24 K. 491 di Mozart.

I biglietti per il concerto (15/30 euro a seconda della tipologia di posto in sala – 10 euro ridotto under 30) sono in prevendita alla biglietteria dell’Orchestra da Camera di Mantova (piazza Sordello 12, Mantova – T. 0376 360476) e online su www.vivaticket.it. Sabato biglietteria solo in teatro, a partire dalle ore 19.

Domenica l’Orchestra e Lonquich partiranno alla volta di Graz (Austria), dove saranno ospiti del Musikverein del capoluogo della Stiria per due concerti, lunedì 3 e martedì 4 aprile, ore 19.30. L’Orchestra torna ospite della prestigiosa sala austriaca per la quinta volta. Il programma sarà analogo a quello proposto a Mantova, con la sostituzione del Concerto di Mozart (a Graz verrà eseguito il K. 482 anziché il K. 491). Al seguito dei musicisti viaggerà una nutrita delegazione di Amici dell’Orchestra da Camera di Mantova: 15 appassionati musicofili, che condivideranno con gli artisti un’esperienza di viaggio oltre che di ascolto.





La Cittadella Mantova La Cittadella Mantova