Mantova cultura 2017
Ars mette in scena un moderno Inferno
Altroteatro presenta una pièce ispirata alla Divina Commedia, con gli allievi della Scuola di Teatro
05/11/2016
“Inferno o l’umana tragedia” è il titolo di una pièce che Luigi Di Raimo ha tratto dalla “Divina Commedia” di Dante Alighieri. Tre sono le repliche, per la regia di Federica Restani e Fabio Zulli, che vengono inscenate sabato 5 novembre ore 21 e domenica 6 novembre ore 17 e 21, nell’ambito della rassegna “altroteatro” promossa da ARS Creazione e Spettacolo.

Cosa incontra l’uomo quando guarda al di là di se stesso? L’inferno può essere ciò che troviamo quando decidiamo di andare oltre, di varcare la linea sottile che traccia il “mezzo del cammin di nostra vita”, lo spartiacque tra il prima e il dopo. Una riscrittura originale che, partendo da Dante, conduce nei meandri di un sé che porta tracce di ognuno di noi, dove il paesaggio cambia a seconda delle paure che ci possiedono, delle colpe che ci turbano, dei vizi di cui non riusciamo a spogliarci. Varcare la soglia non significa altro che affacciarsi sull’umana tragedia, aggredire il baratro con il desiderio di scoprire chi siamo veramente.

Gli interpreti sono scelti tra gli allevi della Scuola di Teatro: Anthea Boiani, Fabio Carletti, Giordano Ermondi, Laura Galassi, Nazarena Grandi, Denise Guerresi, Michele Maddalena, Lucrezia Mazzoli, Elena Migliari, Denise Mirandola, Clara Tinazzo, Atina Zarkua.

La Cittadella Mantova La Cittadella Mantova