Mantova cultura 2017
Avvolgenze luminose per comprendere l’autismo
Il Museo di Palazzo Ducale aderisce alla IX Giornata Mondiale dell'Autismo, che ha fulcro in Piazza Marconi
01/04/2016
Sabato 2 aprile è la IX Giornata Mondiale della Consapevolezza dell’Autismo, alla quale il Museo di Palazzo Ducale aderisce per il secondo anno consecutivo. Le iniziative hanno come slogan “Light up blue” e lo scalone delle Duchesse diviene simbolo dell’iniziativa con l’installazione Investiti del blu. Avvolgenze luminose e sonore che accompagnano i visitatori in un percorso di sensibilizzazione sulle problematiche connesse all’autismo. Alle ore 10 è fissata l’accoglienza del Direttore Peter Assmann, assieme alla Dott.ssa Vanda Malacarne, responsabile del Laboratorio di Restauro.

Un punto informativo di A.G.A. Onlus (Associazione Genitori per l’Autismo) è allestito in Piazza Marconi dalle 12 alle 20, con distribuzione di gadgets, depliants e raccolta fondi. Il programma prosegue alle ore16 con i saluti del Sindaco Mattia Palazzi e con l’illuminazione, in blu, della facciata del palazzo municipale. Alle ore 16.30 la Dott.ssa Chiara Cattelan, Neuropsicomotricista, narra una favola rivolta a bambini e genitori; a seguire, laboratorio di psicomotricità. Infine, tra le ore 17 e 18, la Dott.ssa Valentina Dicembrini, psicologa consulente ABA supervisionata e la Dott.ssa Laura Delfino, Psicologa referente Il Solco progetto Autismo, sono a disposizione per consulenze.

Il Coordinamento delle Organizzazioni per l’Autismo della Regione Lombardia rappresenta le oltre 100.000 persone affette da autismo che ogni giorno affrontano una difficile condizione di vita insieme alle famiglie. I loro diritti nel campo della salute, dell’educazione e dell’occupazione sono drammaticamente disattesi. Senza trattamenti adeguati, queste persone vanno incontro a una vita adulta problematica e sono private della libertà di sviluppare le capacità indispensabili a condurre un’esistenza indipendente, nei limiti delle proprie possibilità.

Da un’indagine Censis emerge che il 96% delle persone con autismo vive con la propria famiglia; il 72,5% ha meno di 14 anni e frequenta la scuola. Del restante 27,5%, solo il 13,2%, principalmente costituito adulti, frequenta un centro diurno. È significativamente alta la quota relativa a quanti non svolgono nessuna attività, rimanendo in costante carico alla famiglia. Anche se al momento non esiste una cura, è dimostrato che la diagnosi precoce, percorsi educativi individualizzati e terapeutici validati dalla comunità scientifica, progettualità e servizi, possano favorire un miglioramento sostanziale del comportamento e dell’autonomia, per il raggiungimento di una vita piena e soddisfacente.

La Cittadella Mantova La Cittadella Mantova