Visto con i nostri occhi
Consegnati alla Caritas 24 quintali di meloni
Grazie a questa start up mantovana, un’azienda di Sermide ha donato una forte quantità di prodotti alimentari invenduti
07/07/2016

Europe Saves Food, piattaforma digitale contro lo spreco alimentare, accelera la donazione di 24 quintali di meloni invenduti da parte dell’azienda agricola “Roberto Nadalini” di Sermide alla Caritas Diocesana di Mantova.
La startup è nata da un’idea dell’ingegnere mantovano Nicola Ferrari, come punto di incontro tra le realtà, come ristoranti e supermercati, che hanno eccedenza di cibo e le associazioni territoriali per il sociale, i gruppi di acquisto solidale ed i banchi alimentari.
In Europa si stima che 89 milioni di tonnellate di alimenti sono scartati ogni anno. Il cibo viene sprecato a qualsiasi stadio della catena alimentare dalla “terra” alla “tavola”: da produttori, allevatori, lavoratori, venditori al dettaglio, ristoratori e consumatori.
Lo spreco alimentare non riguarda più solamente una questione di risparmio economico: è diventato un’abitudine eticamente scorretta che richiede sforzi congiunti da parte dell’intera filiera agroalimentare.
Europe Saves Food vuole contribuire alla riduzione dello spreco alimentare in tutte le sue forme valorizzando il cibo invenduto, ma ancora commestibile, nella filiera agroalimentare. Attraverso la startup innovativa Europe Saves Food, il Magazzino Alimentare della Caritas Diocesana di Mantova ha potuto ritirare la donazione e immediatamente ridistribuirla nei pacchi alimentari di tutta la provincia. Un bel gesto che ha potuto ridare dignità al cibo che, altrimenti, non avrebbe trovato spazio nella catena distributiva. Inoltre ridando dignità al cibo è stata ridata dignità alle persone rifiutando la cultura dello scarto. Chi volesse conoscere meglio la realtà di Europe Saves Food e i dettagli del progetto può visitare il sito internet www.europesavesfood.org.
La Cittadella Mantova La Cittadella Mantova