Mantova cultura 2017
Da Beethoven a Star Wars con l’Orchestra Sinfonica del Conservatorio
La formazione di centodieci elementi è impegnata in due concerti al Sociale di Mantova e a Vila Di Bagno di Porto Mantovano
16/09/2016
«L’Orchestra è la rivisitazione dell’aspetto fondamentale della nostra didattica, ovvero imparare a fare il musicista sul campo». Il Direttore Salvatore Dario Spanò illustra la valenza dell’Orchestra Sinfonica del Conservatorio di Mantova, impegnata in un Concerto Sinfonico al Teatro Sociale sabato 17 settembre alle ore 21, replicato lunedì 19 settembre sempre alle ore 21 a Villa Di Bagno a Porto Mantovano, nella seconda occasione a ingresso libero. «Questa è la sesta produzione importante dell’Orchestra e costituisce un arricchimento della formazione e della motivazione stessa degli studenti, nonché un’occasione di crescita personale. Ma è soprattutto una festa, il coronamento di un progetto che premia i giovani». Imponente è il numero dei musicisti schierati sul palco: circa centodieci elementi, sessantasei orchestrali e cinquanta coristi. Sul podio sale Ambrogio De Palma, recente acquisizione del corpo docenti del “Campiani”, già fattosi apprezzare. Solisti sono Roberto Martinelli, pianoforte e Marco Rizzi, saxofono. Con la partecipazione del Coro della Società Musicale Estudiantina di Casalmaggiore, istruito da Donato Morselli.

La prima parte del programma è dedicata a Beethoven, con l’ouverture da “Coriolano”, una delle pagine più significative del sinfonismo epico ed eroico del genio di Bonn, e la Fantasia Corale op.80 in Do minore, per la quale l’autore elaborò il motivo di un lied composto anni prima; nel tema si ravvisano chiare anticipazioni della Nona Sinfonia. Il secondo tempo si apre con il virtuosistico “Divertimento pour saxophone alto et Orchestre à cordes” composto da Roger Boutry a Parigi nel 1964: il linguaggio musicale presenta evidenti influenze impressioniste, con richiami al jazz nel primo movimento, al blues nel secondo, e un finale brillante. Si passa alle Danze Sinfoniche da West Side Story di Leonard Bernstein, talento geniale e poliedrico che in questa composizione coniuga due mondi musicali apparentemente lontani: la tradizione classica europea e quella americana del jazz e del musical. Conclusione affidata a una selezione, che prevede un organico importante, tratta dal colossal hollywoodiano Star Wars, la cui colonna sonora è composta da John Williams. “Tanto tempo fa, in una galassia lontana ...”

Il progetto si svolge in strettissima collaborazione con gli Amici del Conservatorio. Spiega Giordano Fermi: «Sostanzialmente l’Orchestra Sinfonica è un laboratorio. Gli allievi studiano giornalmente e apprendono come inserirsi in un contesto orchestrale, imparano a fondersi con gli altri e a esprimersi di fronte al pubblico». Sponsor ufficiale del concerto è l’azienda Vortice, che cura l’allestimento di “Le macchine del vento”, esposizione di ventilatori d’epoca, fino al 30 settembre nel Chiostro della sede di Via Conciliazione e sabato 17 nel foyer del Teatro Sociale.

Informazioni: Conservatorio di Musica “Lucio Campiani” di Mantova. Tel. 0376.324636
www.conservatoriomantova.com
comunicazione@conservatoriomantova.com



La Cittadella Mantova La Cittadella Mantova