Mantova cultura 2017
Eugenio Montale: l'opera e la poesia del '900
Il saggio indaga l'influenza della musica nella poetica del Premio Nobel
15/06/2017
Venerdì 16 giugno alle ore 18, presso l'Auditorium Claudio Monteverdi del Conservatorio di Mantova, si terrà il saggio della Scuola di Canto del Prof. Salvatore Ragonese e dell'insegnamento di Pratica del repertorio vocale e Accompagnamento pianistico del Prof. Saverio Martinelli

Eugenio Montale fu premio Nobel per la letteratura nel 1975. La poesia di Montale è ricchissima di contenuti e riferimenti musicali. Ma non tutti sanno che la grande passione di Montale fu il melodramma. Da bimbo vide La Sonnambula di Bellini, una domenica a Genova, e si innamorò dell’opera lirica. “L’iniziazione alla gioia” come lui stesso la definisce. L’abbandono del bambino Eugenio è totale, un’estasi, una specie di abbraccio materno.

Attraverso il programma che verrà eseguito, scopriremo la profondità dell’influsso della poesia, della musica, delle situazioni del melodramma nella produzione poetica di Montale e di altri poeti del ‘900. “Quel rapporto strettissimo e affascinante che c’è tra poesia e musica”. Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Per informazioni:
Conservatorio di Musica “Lucio Campiani” di Mantova
Via della Conciliazione, 33 | 46100 Mantova
0376.324636
www.conservatoriomantova.com
comunicazione@conservatoriomantova.com








La Cittadella Mantova La Cittadella Mantova