Mantova cultura 2017
Filippo D’Assia-Darmstadt
Conferenza di Laura Vernizzi a Casa Andreasi
02/11/2016
Ultimo appuntamento, a Casa Andreasi, degli Incontri con gli Associati, esperti in singole discipline per le rispettive attività o ricerche. Giovedì 3 novembre alle ore 17.30 Laura Vernizzi parla di Filippo D'Assia-Darmstadt (1671-1736)

Dopo la fine della signoria dei Gonzaga, avvenuta nel 1708, Mantova diviene provincia dell'impero asburgico; deve affrontare una situazione economica e sociale grave, dovuta ai precedenti 70 anni di eventi bellici, assedi e pestilenze.

Nel 1714 Vienna invia il suo governatore Filippo d'Assia, figlio del langravio del principato d'Assia-Darmstadt, una potente casata tradizionalmente fedele agli Asburgo. Già comandante dell'esercito austriaco a Napoli, partecipa alla guerra di Successione Spagnola e è comandante del Quartier Generale austro-tedesco durante la cruenta battaglia di Luzzara nel 1702.

Nei suoi 21 anni di governatorato a Mantova, eseguì molte opere pubbliche, restaurò palazzi, piazze e chiese, cercò di risolvere il problema delle piene del Po e del Mincio con parecchi interventi idraulici a San Benedetto, a Governolo, a Porto e a Mantova.

Riordinò l'Archivio Pubblico e il Registro delle Pubbliche Carte; estese le tasse anche ai nobili e al clero al quale tolse anche molte immunità.

Uomo di grande cultura e amante della musica, chiamò insigni artisti, musicisti e fece costruire parecchi teatri. Antonio Vivaldi fu Maestro di Cappella per tre anni durante i quali scrisse parecchie opere. Nel 1732 perorò presso la Corte di Vienna la causa per la costruzione della cupola di Sant'Andrea e ne ottenne i fondi. Alla fine del suo mandato, nel 1735, lasciò tra i Mantovani un grande rimpianto.

La Cittadella Mantova La Cittadella Mantova