Visto con i nostri occhi
Il cibo è cultura e la provincia resta in vetrina
Mantova è stata nominata Regione Europea della Gastronomia 2017 insieme ad altre tre città lombarde. Una nuova opportunità per valorizzare le eccellenze locali.
23/03/2017
Chiuso l’anno da capitale della cultura, Mantova si prepara a vivere altri dodici mesi intensi, grazie alla nomina di Regione Europea della Gastronomia (Erg) 2017 condivisa con Bergamo, Brescia e Cremona. Una vetrina prestigiosa che rilancia le ambizioni del territorio e offre lo spunto per mettere in luce un’altra quota significativa del patrimonio locale: il cibo.
«Dopo un anno importante che ci ha visto protagonisti – spiega il vicesindaco Giovanni Buvoli – abbiamo una nuova occasione per valorizzare le nostre tradizioni. La cucina e l’alimentazione fanno parte a tutto tondo della identità storica locale, perciò è come se continuasse il discorso iniziato nel 2016. Dalla cultura si passa all’enogastronomia, ma l’obiettivo resta quello di promuovere le eccellenze di Mantova».

Mai più «bella addormentata»
Il riconoscimento arriva in un periodo di grande fervore. La crescita del 50% del flusso di visitatori registrato negli ultimi mesi ha creato entusiasmo e risvegliato dal torpore una città considerata a lungo una «bella addormentata». Inoltre, il turismo enogastronomico è in forte espansione, soprattutto dall’estero: secondo uno studio della Banca d’Italia, nel primo semestre dell’anno scorso la spesa degli stranieri è aumentata del 3% e i prodotti alimentari sono in cima alla lista dei desideri, preferiti a souvenir classici, vestiti e artigianato tradizionale.
«Il progetto Mantova 2016 è stato un successo – continua Buvoli – e la speranza è che la risposta della gente sia ancora positiva. Noi faremo di tutto affinché il territorio venga conosciuto anche per le eccellenze enogastronomiche di cui andiamo fieri. Grana Padano, mostarda, salame mantovano, dolci: abbiamo in programma eventi di ogni tipo per esaltare le nostre specialità».

Una visione comune
Far parte della Regione Europea della Gastronomia significa godere di una vetrina internazionale e sviluppare collaborazioni e percorsi comuni con le altre province coinvolte. Un elemento non secondario, specie in chiave futura.
«Fin dall’inizio ci siamo mossi insieme a Bergamo, Brescia e Cremona per formare una candidatura unica – aggiunge il vicesindaco di Mantova – sulla base di rapporti che già legano le quattro città. Il nostro desiderio è portare avanti questa sinergia ed estenderla ad altri campi, con l’obiettivo di valorizzare l’intera Lombardia orientale attraverso una visione globale».

LEGGI L'INTERVISTA COMPLETA SULLA CITTADELLA DI DOMENICA 26 MARZO.
La Cittadella Mantova La Cittadella Mantova