Mantova cultura 2017
Il Trio di Verona in concerto
Programma incentrato su Mozart e Beethoven all’Estate del Conservatorio
21/08/2017
Il Trio di Verona riunisce l’esperienza di due musicisti, veronesi d’adozione, il violinista
ungherese Peter Szanto e il violoncellista rumeno Zoltan-Szolt Szabò con quella della pianista veronese Albertina Dalla Chiara. L’ensemble, invita a un concerto lunedì 21 agosto ore 21, all’Auditorium “Monteverdi” a ingresso libero. La proposta si inserisce nella programmazione della “Estate musicale del Conservatorio 2017”, a cura del Conservatorio Lucio Campiani di Mantova e dell'Associazione Amici del Conservatorio di Mantova.

Programma:
Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791) Divertimento KV 254 in Si bemolle maggiore (Allegro assai, Adagio, Rondeau, tempo di Menuetto), Trio n.4 KV 502 in Si bemolle maggiore (Allegro, Larghetto, Allegretto)
Ludwig van Beethoven (1770-1827) Trio n.7 op.97 in Si bemolle maggiore ‘Arciduca’ (Allegro moderato, Scherzo-Allegro, Andante cantabile, ma però con moto, Allegro moderato – Presto)

Peter Szanto, violinista, è dal 1993 spalla dell’orchestra della Fondazione Arena di Verona. Si è diplomato nel 1982 presso l’Accademia Ferenc Liszt di Budapest e nel 1991 presso l’Accademia Superiore di Vienna dove ha studiato sotto la guida di Josef Sivo, konzertmeister della Filarmonica di Vienna. I° premio al Concorso di Musica da Camera Weiner Leo, si è dedicato particolarmente alla musica da camera svolgendo un’intensa attività concertistica in Italia e all’estero. Ha collaborato inoltre con importanti orchestre quali i Wiener Philarmoniker, l’orchestra del Mozarteum di Salisburgo, e come primo violino per l’orchestra di Stato di Budapest, l’orchestra Filarmonica del Teatro Regio di Torino, l’orchestra del Teatro La Fenice di Venezia, l’Orchestra da Camera di Padova e del Veneto ed è inoltre membro dell’Orchestra da Camera di Mantova.

Zoltan Szolt Szabò, violoncellista, si laurea col massimo dei voti all’Accademia ‘C. Porumbescu’ di Bucarest. Vince numerosi premi nazionali ed internazionali per giovani interpreti, nonché premi a concorsi internazionali quali ‘Casals’ di Budapest, Markneukirchen (Germania) e nel 1990 il primo premio al concorso ‘S. Mercadante’ d’Altamura (Italia). Dal 1977 fa parte della Filarmonica di Tirgu Mures, dal 1979 è primo violoncello della Filarmonica ‘G. Dima’ di Brasov, quindi dal 1984 al 2015 è primo violoncello dell’orchestra della Fondazione Arena di Verona. Collabora come primo violoncello solista con Ned Ensemble, l’orchestra Antonio Vivaldi e l’orchestra Opera di Reggio Emilia. Ha inciso per le case discografiche Rivo Alto, Tactus, Naxos, Arts e registrato per la Radiotelevisione Romena e Italiana

Albertina Dalla Chiara, pianista, dopo gli studi in Italia, ha frequentato dal 1982 al 1984, invitata da Stanislav Neuhaus, il corso superiore di perfezionamento al Conservatorio ‘Cajkovskij’ di Mosca sotto la guida di Lev Nikolaevic Naumov, erede e continuatore della scuola di Heinrich Neuhaus, e dal 1985 al 1989 ha studiato all’Accademia Superiore di Musica di Basilea con il pianista austriaco Rudolf Buchbinder. Ha intrapreso giovanissima una carriera concertistica che l’ha portata ad esibirsi in Italia per importanti istituzioni quali la Fondazione Arena di Verona, l’Accademia Filarmonica di Verona, la Sagra Malatestiana di Rimini, Mito Settembre Musica e all’estero in Germania, Austria, Spagna, Belgio, Francia, Inghilterra, Malta e in Cile.

Informazioni:
Conservatorio di Musica “Lucio Campiani” di Mantova
Via della Conciliazione, 33
46100 Mantova
Tel. 0376.368362
www.conservatoriomantova.com
comunicazione@conservatoriomantova.com

La Cittadella Mantova La Cittadella Mantova