Visto con i nostri occhi
La Cittadella cambierà veste
Da domenica 19 marzo il settimanale diocesano esce la domenica come supplemento di “Avvenire”. Presente anche nelle edicole di tutta la provincia.
11/01/2017
Giampaolo Ferri
direttore ufficio per le comunicazioni sociali


Invidio la capacità di Joseph Roth ne “La Marcia di Radetzky” nel descrivere un mondo che stava tramontando per lasciare spazio a un nuovo dai contorni troppo incerti per essere anche minimamente immaginato. E lo scrivo mentre il mondo della carta stampata si muove velocemente verso cambiamenti inarrestabili. Sono ormai a tutti note le difficoltà che gli editori denunciano quotidianamente: la trasformazione della “dieta mediatica” della gente e delle nuove generazioni, la scomparsa di un certo contesto sociale che nel passato era il sostegno alla carta stampata, l’aumento dei costi di produzione e della crisi economica perdurante. Altrettanto conosciute sono le sperimentazioni messe in atto per poter sopravvivere e continuare a svolgere il servizio informativo e formativo con i vecchi e nuovi media a nostra disposizione. Anche il nostro territorio non è esente da questo cambiamento che attraversa tutta l’Europa e tocca sensibilmente anche il nostro Paese. Molte diocesi, non solo italiane, in questi anni hanno dovuto rinunciare al proprio settimanale e ad altri strumenti di informazione religiosa.
Ma noi non vogliamo rinunciare a “La Cittadella”, anzi vogliamo rilanciare!
E quindi ci siamo “messi insieme”, mantenendo fede alla nostra ispirazione, chiedendo ospitalità al quotidiano di ispirazione cattolica “Avvenire”. La decisione di questo passaggio è stata valutata con attenzione dagli organismi diocesani competenti presiedutI dal vescovo Marco: Consiglio presbiterale, Consiglio episcopale e Consiglio per gli affari economici.
“La Cittadella”, a partire da domenica 19 marzo, uscirà la domenica nella formula di supplemento di “Avvenire”. La prima uscita nella domenica che segue la celebrazione del patrono della diocesi S. Anselmo.
Il nostro settimanale sarà, quindi, più ricco per l’apporto del quotidiano nazionale che, nel numero domenicale, offre anche un’abbondante spazio ai temi culturali. “La Cittadella”, che uscendo in un nuovo formato sarà distribuito su otto grandi pagine, proseguirà nel suo stile e nei suoi argomenti, tranne quelli nazionali che verranno invece sviluppati da “Avvenire”.
“La Cittadella”, che per la prima volta nei suoi 70 anni di storia sarà regolarmente presente in tutte le edicole di città e provincia ha l’ambizione di divenire sempre più uno strumento di comunione per la diocesi e di solida formazione per quanti desiderano, anche durante la settimana, ritagliarsi qualche spazio di riflessione. Se l’informazione è ormai totalmente soggetta alla velocità di internet, una lettura ponderata e approfondita dei fatti diventa motivo per continuare a investire sulla carta stampata.
Gli abbonati riceveranno quindi con lo stesso abbonamento, a costo inalterato, sia “La Cittadella” che la copia domenicale di “Avvenire”. Il settimanale si potrà ricevere a casa tramite posta (il lunedì o martedì a seconda della spedizione), oppure, su richiesta, potrà essere ritirato direttamente in parrocchia o in edicola.
Nelle prossime settimane avremo l’occasione di approfondire modalità operative e significati di questo rinnovamento. Fin d’ora ci urgono, però, alcuni “grazie”.
Siamo grati alla direzione di “Avvenire”, che acconsente a unire le sue forze alle nostre nel progetto di raccontare ai mantovani la Chiesa universale insieme a quella locale.
Siamo grati ai nostri abbonati, a tutti i lettori e a tutti gli inserzionisti pubblicitari che ci hanno sostenuti fin qui e confidiamo possano apprezzare questa nuova e bella opportunità.
E siamo grati, in modo del tutto particolare, a chi, settimana dopo settimana “fa” la Cittadella con grandissima serietà, passione e spirito di servizio ecclesiale: il nostro direttore Paolo Lomellini, i dipendenti, i volontari.
A loro e a tutti noi auguri di un buon nuovo inizio: insieme!
La Cittadella Mantova La Cittadella Mantova