Mantova cultura 2017
Le sonorità balcaniche di Goran Bregović
Doppio appuntamento con il musicista serbo, in Piazza Castello e in Piazza Martiri
25/07/2016
Goran Bregović è a “Mantova Arte & Musica”. Il concerto che lo vede protagonista in Piazza Castello, martedì 26 luglio alle ore 21, viene preceduto, alle ore 18, da un incontro allo spazio Lounge di Piazza Martiri di Belfiore. Il musicista serbo si confronta con la stampa e con il pubblico, parlando delle sonorità balcaniche che caratterizzano i brani da lui composti. Sono presenti anche il vicesindaco Giovanni Buvoli e Federico Mazzoli dell’organizzazione Inside Out.

Nato nel 1950 a Sarajevo da padre croato e madre serba, Bregović visse la sua infanzia nella zona musulmana ed entrò in contatto con le tre culture predominanti della città. Iniziò a studiare violino per poi dedicarsi al basso, strumento che gli permise di esibirsi in tutta Europa assieme al gruppo Kodeksi. Questa tournee, che segnò il passaggio alla chitarra, toccò anche l’Italia e in particolare nel 1969 Napoli e Ischia, dove la band si esibì come apripista dei Pooh. Abbandonate le velleità universitarie, nel 1971 Bregović si unì ai Jutro, divenuti in seguito i Bijelo Dugme, la formazione rock più famosa in Jugoslavia negli anni '70 e '80, con all’attivo nove album registrati in studio più quattro live, con oltre sei milioni di copie vendute nel loro Paese. Il gruppo si sciolse nel 1989 e Bregović si dedicò a comporre colonne sonore per film, collaborando con il regista Emir Kusturica, e continuò la carriera come solista.



La Cittadella Mantova La Cittadella Mantova