Visto con i nostri occhi
E partirono senza indugio
Dall'11 al 18 settembre la Chiesa mantovana si riunisce prima di iniziare un nuovo anno pastorale. Il 13 dalle 19 in Duomo la serata sul tema "Il sinodo della Chiesa mantovana: una lettura a due voci" sarà trasmessa da Radio Laghi inBlu
07/09/2016

Eccomi qua, sorelle, fratelli e amici tutti carissimi, a invitarvi di nuovo, per l’ultima volta, alla Settimana pastorale della nostra Chiesa di Mantova: avvenimento che ne ha ritmato il cammino annuale con partecipazione attenta, numerosa e proficua. Devo dirvi con sincerità che questo incontro di preghiera e riflessione mi ha sempre coinvolto, commosso e un poco inorgoglito. Una comunità che si riconosce nel Signore, lo prega e ne ascolta la sua Parola, si confronta poi nelle parrocchie, nelle unità pastorali e si ricompone infine attorno al Vescovo per conoscere i tratti del comune cammino di testimonianza, è già segno concreto di vigorosa vitalità cristiana. In questa esperienza è sbocciato e cresciuto il desiderio del Sinodo e il suo compiersi sotto l’influsso dello Spirito del Risorto: il desiderio di vedere Gesù ci ha accompagnato fino allo scorgere il Risorto presente nella nostra storia e nelle persone che la percorrono.
Ecco il motivo per il quale invito tutti a partecipare alla settimana, portando ancora con sé il desiderio e l’entusiasmo di sentirsi parte di una comunità che sente il bisogno di comunicare in opere e parole la gioia che ci sostiene, pur in mezzo a tante difficoltà, ingiustizie e contraddizioni. Non per nulla papa Francesco ci esorta a non chiuderci nella continuità di ciò che abbiamo sempre fatto, per aprirci e uscire all’aperto, in questo mondo sempre più solo e senza speranza, sulle strade che incrociano ogni povertà, dando concretezza alla misericordia che tutti abbraccia e perdona.
Ma bisogna fare l’esperienza del Risorto ascoltandone le parole che allargano il cuore a comprendere il disegno d’amore del Padre e rendono la fede capace di riconoscerlo dovunque si manifesta: restando con lui ci viene data la forza di testimoniarlo ai fratelli.
Partirono senza indugio”. Lo Spirito del Risorto ci ha ispirato lungo il corso del nostro cammino sinodale; i tratti dei suoi doni sono disseminati nel libro che raccoglie quanto egli ha suggerito alla nostra Chiesa. Per coglierne il significato più vero e profondo ci aiuteranno il Vescovo Claudio, che ha seguito fin quasi al termine il nostro percorso sinodale e un sacerdote teologo che ha indagato “da fuori” questo percorso: ora bisogna muoversi, senza indugio.
Ma non siamo soli. Questa settimana viene marcata ancora dallo Spirito nell’Ordinazione episcopale del Vescovo Marco, al quale la Chiesa di Mantova viene affidata come al suo nuovo Pastore: lo precede, lo accompagna e lo segue la nostra preghiera, la simpatia e il proposito di camminare insieme, in obbedienza alla responsabilità conferitagli di rappresentare l’unico Pastore, Gesù.
E, alla conclusione, ci saluteremo nella celebrazione eucaristica, rendendo grazie a Dio per gli anni trascorsi insieme: tanto ho ricevuto, per cui di tanto dovrò rendere conto! Mi affido alla misericordia del Padre, alla vostra comprensione e alla vostra preghiera.
Con l’affetto di sempre, il vostro
+ Vescovo Roberto
La Cittadella Mantova La Cittadella Mantova