Mantova cultura 2017
Lirica e Sinfonica al Filarmonico di Verona
Da dicembre a maggio, sei titoli del grande repertorio operistico più dieci concerti
19/09/2016
Al Teatro Filarmonico di Verona è stato annullato l’ultimo titolo della Stagione 2015/206, ovvero il balletto “Le quattro stagioni” di Vivaldi in abbinamento all’opera di Purcell “Dido and Aeneas”.

Grande attesa per la Stagione Lirica 2016/2017 promossa dalla Fondazione Arena di Verona, che si svolge sempre al Filarmonico dal 16 dicembre 2016 al 28 maggio 2017. Sei sono i titoli in cartellone: Turandot, Pagliacci, I Capuleti e i Montecchi, Tosca, Norma, Il viaggio a Reims, per un totale di 29 rappresentazioni. Tornano anche le conferenze di presentazione, a ingresso libero, alle ore 18 dei giorni 9 dicembre, 13 gennaio, 10 febbraio, 10 marzo, 18 aprile, 12 maggio.

L’inaugurazione è fissata per il 16 dicembre alle ore 20 con Turandot di Giacomo Puccini, uno dei titoli più amati dal pubblico, che viene replicato domenica 18 (ore 15.30), martedì 20 (ore 19), giovedì 22 (ore 20), venerdì 23 (ore 15.30). L’allestimento della Slovene National Opera and Ballet di Maribor presenta alla regia Filippo Tonon, che firma anche scenografie e luci. A dirigere l’Orchestra è il M° Jader Bignamini. Il cast comprende Tiziana Caruso e Teresa Romano, Turandot; Yusif Eyvazov e Martin Muehle, Calaf; Rocio Ignacio e Donata D’Annunzio Lombardi, Liù.

A partire da domenica 22 gennaio 2017 alle ore 15.30 va in scena Pagliacci di Ruggero Leoncavallo, con repliche martedì 24 (ore 19), giovedì 26 (ore 20), domenica 29 (ore 15.30), martedì 31 (ore 19), giovedì 2 febbraio (ore 20). L’allestimento è quello della Fondazione Petruzzelli e Teatri di Bari. La regia è di Marco Bellocchio mentre sul podio sale Valerio Galli. Cast: Donata D’Annunzio Lombardi e Valeria Sepe, Nedda; Walter Fraccaro e Rubens Pellizzari, Canio; Sebastian Catana e Elia Fabian, Tonio.

I Capuleti e i Montecchi di Vincenzo Bellini viene rappresentato domenica 19 febbraio (ore 15.30), martedì 21 (ore 19), giovedì 23 (ore 20), domenica 26 (ore 15.30). Fabrizio Maria Carminati dirige l’Orchestra nel noto allestimento del 2012 della Fondazione Arena di Verona in coproduzione con il Gran Teatro La Fenice di Venezia e con il Greek National Theater di Atene. La regia è di Arnaud Bernard. Aya Wakizono, Romeo; Irina Lungu e Rosanna Savoia, Giulietta; Giulio Pelligra, Tebaldo.

Tosca di Giacomo Puccini è sul palcoscenico del Filarmonico domenica 19 marzo (ore 15.30), martedì 21 (ore 19), giovedì 23 (ore 20), domenica 26 (ore 15.30), martedì 28 (ore 19), giovedì 30 (ore 20). L’allestimento è della Fondazione Arena di Verona con regia, scene e costumi di Giovanni Agostinucci, sul podio Antonino Fogliani. Con Susanna Branchini e Monica Zanettin, Tosca; Murat Karahan e Mikheil Sheshaberidze, Mario Cavaradossi; Giovanni Meoni e Boris Statsenko, Scarpia.

Norma di Vincenzo Bellini viene proposta nell’allestimento della Fondazione Arena di Verona del 2004 con regia, scene e costumi di Hugo de Ana. È in scena domenica 23 aprile (ore 15.30), martedì 25 (ore 19), giovedì 27 (ore 20), domenica 30 (ore 15.30). Sul podio Francesco Ivan Ciampa. Il cast comprende Rubens Pellizzari e Mikheil Sheshaberidze, Pollione; Anna Pirozzi e Francesca Sassu, Norma; Carmen Topciu, Adalgisa.

Il viaggio a Reims di Gioachino Rossini è il quinto e ultimo titolo operistico, presentato in quattro serate: sabato 20 maggio, martedì 23, giovedì 25, domenica 28. Allestimento del Teatro di Kiel e del Teatro di Lubecca con la regia di Pier Francesco Maestrini, animazioni del cartoonist Joshua Held. Sul podio Francesco Ommassini. In via di definizione il cast di giovani interpreti rossiniani.

Dieci sono i concerti che compongono la Stagione Sinfonica, che prende il via sabato 7 gennaio 2017, fino a sabato 27 maggio. Molti sono gli interpreti e i solisti di fama internazionale, tra i quali i direttori Xu Zhong, Jean Luc Tingaud, Alpesh Chauhan, Matthew Halls, Andrea Battistoni, Ola Rudner, Jader Bignamini, Christian Kluxen, Roman Brogli Sacher. I pianisti Nikita Abrosimov, Michail Lifits, Mario Brunello, Leonora Armellini, Lukas Geniušas. I violinisti Giovanni Andrea Zanon, Sergey Krilov.
Inoltre si rinnova l’appuntamento con i tradizionali Concerti di Capodanno e di Pasqua.

Maria Luisa Abate
Foto Ennevi

La Cittadella Mantova La Cittadella Mantova