Mantova cultura 2017
L’Ottocento imperiale russo de “La bella addormentata”
Attesa per il ritorno a Mantova del Ballet of Moscow, impegnato nel capolavoro della danza classica sull’immortale musica di Čajkovskij.
22/02/2016
Mercoledì 30 marzo tornerà al Teatro Sociale di Mantova il Ballet of Moscow con La bella addormentata. Le immortali musiche furono composte da Pëtr Il'ič Čajkovskij mentre il libretto, ispirato alla fiaba di Charles Perrault, fu scritto da Ivan Vsevolozhsky, Principe e sovrintendente dei Teatri Imperiali di San Pietroburgo. La prima rappresentazione avvenne al Teatro Mariinskij il 3 gennaio 1890, alla presenza dello Zar Alessandro III. Tra i capolavori dell’Ottocento romantico della Russia Imperiale, La bella addormentata rappresenta il culmine dell’espressione tersicorea classica, in cui la danza prende il sopravvento rispetto alla narrazione. A Mantova assisteremo alla versione con le coreografie originali di Marius Petipa, arricchite da scenografie favolistiche e sfarzosi costumi.

Alla corte di re Floristano si svolge una festa per il battesimo della principessa Aurora, tra cavalieri, dame e fate buone. La strega Carabosse, non invitata, si vendica lanciando una maledizione sulla piccina e ne predice la morte, al compimento dei sedici anni d’età, per la puntura di un fuso. La fata dei Lillà fa sì che la ragazza non muoia ma sprofondi in un sonno eterno, da cui potrà essere risvegliata solo dal bacio di un giovane Principe. La predizione si avvera dopo cento anni: il Principe spezza l’incantesimo e la Corte torna a ballare, per celebrare le nozze tra i due innamorati, futuri Re e Regina.

Prevendita Biglietteria Teatro Sociale da Lunedi a Sabato dalle 17 alle 19. Informazioni 0376.1974836- 334.1891173
Biglietti Online: www.teatrosocialemantova.it

La Cittadella Mantova La Cittadella Mantova