Visto con i nostri occhi
Meningite, l’importanza del vaccino
Dopo i casi delle scorse settimane non c’è alcuna situazione di allarme ma solo una sovraesposizione mediatica
24/08/2016
Dopo i casi e le morti registrate durante l’estate, tra cui quello della giovane romana spentasi a Vienna di ritorno dalla Giornata mondiale della Gioventù, è cresciuta anche a Mantova come un po’ in tutto il Paese la psicosi per la meningite. Ma c’è o c’è stata realmente un’emergenza? Assolutamente no, è il parere di tutti i medici e, tra loro, ha ribadito questo concetto nei giorni scorsi in una intervista il primario del Reparto malattie infettive dell’ospedale Carlo Poma di Mantova Gianni Gattuso. Questi ha evidenziato come non ci sia alcuna situazione di allarme ma più che altro ci sia stata una sovraesposizione mediatica dei casi verificatesi negli ultimi mesi. «L’importante - sottolinea il medico - è che ci sia subito una notifica dei casi di meningite. Quella dovuta a meningococco impone infatti una profilassi per chi è stato a contatto con il malato. Profilassi che viene eseguita con antibiotici».

La meningite da meningococco è dunque quella che presenta maggiori rischi?
Sicuramente tra le forme batteriche è la più pericolosa. Queste a loro volta preoccupano di più di quelle virali che comunque devono essere velocemente diagnosticate e trattate.

La malattia da meningococco è molto contagiosa?
La meningite si trasmette per via respiratoria ma perché avvenga il contagio bisogna che ci sia stato un contatto prolungato, soprattutto negli ambienti chiusi che sono infatti quelli più a rischio.

I vaccini proteggono?
Certo, esistono diversi vaccini, in particolare quello per il meningococco gruppo B e gruppo C con i quali oggi è possibile combattere tutti i ceppi di meningite meningococcica più pericolosi e letali. Il vaccino per il meningococco gruppo C è gratuito per chi ha fra i 3 mesi e i 18 anni e per gli “appartamenti alle categorie a rischio”. Il vaccino gruppo B viene consigliato soprattutto per queste ultime. Poi vi sono altri vaccini consigliati per chi si reca in zone endemiche. Il vaccino mantiene la sua efficacia per molti anni.

Quali sono i sintomi della meningite?
Quelli più frequenti sono mal di gola, febbre, rigidità del collo, sensazione di stordimento, cefalee, fastidio all’esposizione alla luce e chiazze rossastre sulla pelle.
La Cittadella Mantova La Cittadella Mantova