Mantova cultura 2017
Recital della “star” Luca Buratto
All’Estate Musicale del Conservatorio il giovane pianista osannato dalla critica mondiale e vincitore del Piano Competition a Calgary
30/08/2016
Il giovanissimo Luca Buratto nel 2015 è Honens Prize Laureate dell’Honens International Piano Competition di Calgary (Canada), culmine di una carriera fulminante in cui ha riscosso unanimi consensi dalla critica specializzata di tutto il mondo. All’Estate Musicale del Conservatorio esegue, al pianoforte, la Sonata n.15 op. 28 “Pastorale” e poi la Sonata n.23 op. 57 “Appassionata” di Ludwig Van Beethoven (1770-1827). Il programma prosegue con Tre preludi di Renzo Massarani (1898-1975) e si conclude con Davidsbündlertänze op. 6 di Robert Schumann (1810-1856). Il concerto ha luogo nell’Auditorium “Monteverdi” in Via Conciliazione, martedì 30 agosto alle ore 21, con ingresso libero.

Il Premio pianistico più ricco al mondo, consentirà a Luca Buratto di avere ingaggi per le prossime tre stagioni in Nord America e Canada. Le sue interpretazioni durante il concorso di Calgary sono state definite «ricche di finezza e di una fortissima immaginazione» (Musical America) e sono state immediatamente riproposte su vari network (Ici Musique, CBC Canada, Medici). Inoltre, nella stagione 2016/2017 debutterà al Teatro alla scala di Milano, alla Wigmore Hall di Londra, alla Carnagie Hall di New York, sarà Artist in Residence al Marlboro Music Festival in Vermont e verrà pubblicato dalla Hyperion il suo primo album con musiche di Robert Schumann.

Nel 2012 si classifica terzo alla “XVI International Schumann Competition” di Zwickau, membro della WFIMC, acquisendo anche il Premio del Pubblico della radio MDR-Figaro. Nel 2011 si classifica primo al “Premio Nazionale delle Arti”, indetto dal Ministero dell’Istruzione della Repubblica Italiana (MIUR). Dal 2000 ha al proprio attivo numerose competizioni, in Italia ed all’estero, nelle quali ha ottenuto primi Premi, conseguendo spesso il Premio speciale o Assoluto di concorso. Nel 2015, a Luca viene assegnata una delle cinque Borse di studio “Fondazione Adolfo Pini” destinate a giovani studenti e ricercatori per un’attività di specializzazione internazionale nei settori dell’arte e della creatività e vince il soggiorno di due mesi alla Music Academy of the West (Santa Barbara - California).

Nato a Milano ventidue anni fa, è ammesso nel 2001 al Conservatorio di Milano dove nel giugno 2010 si diploma col massimo dei voti, lode e menzione d’onore. Dopo aver ottenuto la Maturità classica al liceo “Berchet”, studia al Conservatorio di Bolzano. Parallelamente frequenta, in qualità di “Theo Lieven scholar”, il Master of Advanced Studies Supsi in Music Performance and Interpretation, presso il Conservatorio della Svizzera Italiana, dove nel 2013 consegue il titolo con il massimo dei voti: Excellent/A. Debutta nel 2003 nella Sala "Verdi" del Conservatorio di Milano, nella “Giornata della Memoria”, eseguendo musiche di Renzo Massarani, suo bisnonno. Suona per “I Pomeriggi Musicali” sotto la direzione di Michele Mariotti. Partecipa al Festival “Chopin Schumann 200 anni” al Conservatorio di Milano, collaborando con il Piccolo Teatro e l’Accademia di Brera, suonando, in Sala "Verdi", con l’Orchestra Sinfonica del Conservatorio di Milano sotto la direzione di Aldo Ceccato. Nel 2011 suona per “Il Berchet compie cent’anni”, all’Auditorium di Milano e al Magdeburger Theatre.

Nella stagione 2013/14 dell’Orchestra sinfonica "LaVerdi", diretto da Jader Bignamini, all’Auditorium di Milano, presenta il Concerto n.3 op.30 di Rachmaninov: «...un ragazzo milanese di vent’anni, ... il quale l’ha eseguito con tecnica poderosa (le sue doppie ottave sono rimarchevoli, e non dirò degli arpeggi e dei “passaggi”): mai effettuando il cosiddetto “rallentando espressivo” nei punti difficili; e con consapevolezza musicale notevolissima. Ho domandato a Luigi Corbani [Direttore generale della Fondazione Orchestra sinfonica e Coro sinfonico di Milano “Giuseppe Verdi”] ove avesse scovato una simile meraviglia. ...» (Paolo Isotta, critico musicale del Corriere della Sera). Nel 2008, il network radiofonico Radio Classica lo vuole ospite nel programma “Il pianista”; del 2011 la diretta radiofonica della “Giornata della Memoria” per Radio 3 RAI. Ripetuta più volte la partecipazione al programma “Piazza Verdi” sempre per Radio 3 RAI. Ha al suo attivo diverse Masterclass con maestri quali Adès, Ashkenazy, Bashkirov, Canino, Fleisher, Hanick, Hellwig, Jasinski, Kreinev, Lowenthal, Martinez, Mcdonald, Rose, Swann, Virsaladze.

Informazioni: Conservatorio di Musica “Lucio Campiani” di Mantova. Tel. 0376.324636
www.conservatoriomantova.com
comunicazione@conservatoriomantova.com



La Cittadella Mantova La Cittadella Mantova