Mantova cultura 2017
Sentire la memoria
Un libro per riflettere, sulle note del violino di Paolo Ghidoni
23/01/2017
In occasione del Giorno della Memoria, Enrico Fubini parla in Accademia Virgiliana del suo ultimo libro, nella Sala Ovale giovedì 26 ore 17.30 a ingresso libero. Dialogano con l’autore gli accademici Paola Besutti e Maurizio Bertolotti. Segue l’intervento musicale di Paolo Ghidoni, primo violino del Quartetto dell’Accademia, che propone brani di F. Mantovani, F. Kreisler, J.S. Bach. L’incontro si inserisce nella rassegna “I Concerti dell’accademia”. Con questa nuova edizione di “Sentire la memoria”, l’Accademia Nazionale Virgiliana contribuisce per il quarto anno alla vasta serie di iniziative, dedicate non solo al ricordo della Shoah, ma anche ai temi della convivenza e dell’identità culturale.

Enrico Fubini è tra i massimi studiosi di estetica musicale. Sui suoi volumi, tuttora attualissimi, si sono formate intere generazioni di musicisti e musicologi che ne hanno apprezzato la profondità di sguardo, unita a rare doti di sintesi: “L’estetica musicale dall’Antichità al Settecento”, “L’estetica musicale dal Settecento a oggi”, “Gli enciclopedisti e la musica” sono considerati veri e propri classici, tradotti in molte lingue, tra cui il cinese.

Profondo conoscitore della cultura ebraica, Fubini ha pubblicato “La musica nella tradizione ebraica” e, in questi ultimi mesi, “Musicisti ebrei nel mondo cristiano” e “La ricerca di una difficile identità”. In occasione del giorno della memoria, Fubini è a Mantova per parlare di questo suo ultimo libro. Com’è nello stile dell’autore, il tragico ricordo della Shoah viene inserito nel flusso della storia per comprendere come la musica, da Salomone Rossi sino a Bernstein, abbia contribuito nel tempo alla ricerca di una difficile identità.

La Cittadella Mantova La Cittadella Mantova