Mantova cultura 2017
Una messa per la pace
Concerto per i bambini di Siria e Sudan
08/04/2018
In Siria e Sudan, a causa del prolungarsi della guerra, sono sempre di più i bambini orfani che soffrono per le violenze subite. Impossibilitati anche a frequentare la scuola e senza lavoro, vengono inseriti in organizzazioni armate o costretti a subire sfruttamento minorile. Per tutti quelli che sono scappati dal paese natìo, insieme a un sostegno in beni materiali, raccolta fondi per acqua e generi alimentari, l’Associazione Italia Giappone si sta mobilitando per dare aiuto educativo di sostegno supplementare scolastico. Lo stato di denutrizione nell’infanzia non solo abbassa le difese immunitarie, ma ha effetti negativi a lungo termine sul fisico e sulle facoltà intellettive. Affinché i bambini possano nutrirsi per la crescita, bisogna rifornirli di cibo e dare un sostegno che migliori il loro stato nutrizionale: questa per noi è la chiave per poterli salvare oggi pensando al loro futuro.

Musica per i bambini della Siria: a portarla al Teatro Bibiena di Mantova domenica 8 aprile alle ore 15 è l’Associazione Italo-Giapponese, con un pomeriggio di musica di alto livello. A dirigere l’Orchestra di Beneficenza Italo-Giapponese è il direttore Mineko Kimura, e accanto a lui Diego Crovetti, direttore del Complesso Corale Italo-Giapponese. La voce di Ilic Milica, soprano di fama internazionale, aggiunge prestigio all’esecuzione, che intreccia culture e talenti, con l’obiettivo della solidarietà.

I musicisti e i coristi svolgono attività in Italia ma sono parte di un unico complesso artistico che unisce i due Paesi, tra Europa ed Estremo Oriente. Insieme eseguono “The armed man” (Una messa per la pace), una composizione per solisti, coro e orchestra scritta nel 2000 da sir Karl Jenkins, autore di musiche famose in tutto il mondo. L’album ha venduto milioni di copie in tutto il mondo, mentre l'opera, la cui prima si è tenuta nell'aprile del 2000 alla Royal Albert Hall di Londra, è stata rappresentata più di mille volte. “The armed man” prende il titolo dalla omonima e famosissima chanson medioevale “L'homme armé”. Per la chiusura del concerto i musicisti hanno scelto l’ "Ave Verum Corpus” di Wolfgang Amadeus Mozart, a memoria di uno dei più grandi artisti della musica, che, giovanissimo, suonò al Bibiena.

«Non vediamo l'ora di poterci esibire insieme ai musicisti italiani, a Mantova, città del Rigoletto di Verdi. The Armed Man è un capolavoro musicale dove, pure non placandosi le guerre e gli atti terroristici nel mondo, vi è un forte desiderio di pace, che vogliamo credere sia ancora possibile. Ma un pensiero, oltre ai bambini di Siria e Sudan lo rivolgiamo anche alle vittime dei terremoti, che in questi anni hanno colpito sia l’Italia che il Giappone» commenta Hitoshi Kasai, baritono del Kasai Music Office che, con la collaborazione della Kinki Nippon Tourist Co.Ltd, sponsorizza e produce l’evento.

Il concerto, a offerta libera, è Patrocinato dal Consolato Generale del Giappone di Milano, con la collaborazione del Teatro Bibiena di Mantova, Comune di Mantova, Fondazione Italia Giappone, Villa Medici Giulini, Institute of sound Arts. Partner per la Beneficenza è NGO World Vision Japan.



La Cittadella Mantova La Cittadella Mantova